Barbo europeo o Portoghese - FipsasLodi

Associazione dei Pescatori Sportivi e Subacquei Lodigiani
Sezione Provinciale Convenzionata F.I.P.S.A.S. - Milano/Lodi
Piazzale degli Sport, 1 - Lodi - Tel.02 2046863
Orari di Segreteria: da Lunedì a Giovedì - 9 * 12,30 - 13,30 * 17 - Venerdì - Sabato e Festivi chiuso
Vai ai contenuti

Barbo europeo o Portoghese

Abitanti acque > Pesci Alloctoni

Specie ittica: Alloctona
Classe: Osteitti
Ordine: Cipriniformi
Famiglia: Cyprinidae
Nome scientifico: Barbus Barbus
Nome italiano: Barbo europeo o Portoghese

Morfologia:
corpo fusiforme e allungato, bocca protrattile in posizione infera, labbra ben sviluppate e carnose, presenza di 2 paia di barbigli sulla mascella superiore, pinna anale che piegata non supera il punto di intersezione della pinna caudale (carattere che permette la distinzione del barbo canino), labbro superiore spesso, colorazione del corpo relativamente uniforme, presenza di dentelli a livello del primo raggio della pinna dorsale (carattere che permette la distinzione dal barbo comune).
Riproduzione e accrescimento:
da aprile a luglio, su substrato ghiaioso in acqua corrente. Il barbo europeo raggiunge la maturità a 4-5 anni. La risalita a scopo riproduttivo avviene in grandi sciami. Dopo aver formato branchi, risalgono la corrente in cerca di fondali ghiaiosi o pietrosi dove ha luogo la deposizione. Le femmine depongono 3.000-6.000 uova, quelle della razza più grossa, che vive nel Dnieper (B. barbus borysthenicus), arrivano fino a 15.000-32.000 uova. Le uova sono giallastre, misurano 2 mm di diametro e rimangono attaccate alle pietre. Dopo breve tempo la corrente le stacca, facendole cadere tra le pietre, dove schiudono dopo 10 - 15 giorni. Quando il sacco vitellino è consumato fino in fondo, i piccoli cominciano a muoversi e a cibarsi di microinvertebrati di fondo. Tempo minimo di raddoppiamento della popolazione, basso: 4.5 - 14 anni (cm = 3 - 5). Lunghezza fino a 90 cm. La sottospecie che vive nel fiume Dnieper può raggiungere i 16 kg.
Alimentazione:
I giovani barbi europei si cibano di insetti, vermi, uova di pesce e qualche volta detriti vegetali. Gli adulti, che hanno abitudini notevolmente più aggressive dei barbi italici, tendono a diventare ittiofagi catturando anche piccoli pesci. In alcune zone dell'Europa orientale questi pesci si nutrono anche dei resti animali presenti nelle acque di scarico dei macelli.
Habitat:
tratti fluviali di dimensione media e grande, con substrato costituito da ghiaia o sabbia
Comportamento:
Trascorrono l'inverno in una sorta di letargo, in piccoli gruppi che si raccolgono nei tratti più profondi dei fiumi, nelle buche che si aprono nelle rive o sotto pietre, fascine, ecc.
Distribuzione:
Il barbo europeo è un pesce legato al benthos dei fiumi con acque chiare, correnti e ben ossigenate dove si trattiene di preferenza.

Copyright © 2004 - 2018 · FIPSAS LODI · all rights reserved.
Torna ai contenuti