Rovella - FipsasLodi

Associazione dei Pescatori Sportivi e Subacquei Lodigiani
Sezione Provinciale Convenzionata F.I.P.S.A.S. - Milano/Lodi
Piazzale degli Sport, 1 - Lodi - Tel.02 2046863
Orari di Segreteria: da Lunedì a Giovedì - 9 * 12,30 - 13,30 * 17 - Venerdì - Sabato e Festivi chiuso
Vai ai contenuti

Rovella

Abitanti acque > Pesci Alloctoni

Specie ittica: Alloctona
Classe: Osteitti
Ordine: Ciprinidi
Famiglia: Cyprinidae
Nome scientifico: Rutilus rubilio
Nome italiano: Rovella

Morfologia:
la Rovella ha corpo compresso e moderatamente allungato. Il muso è arrotondato; il taglio della bocca, di norma, orizzontale. La sua colorazione è grigio-bruna o verde con riflessi bronzei sul dorso; i fianchi sono argentei con una fascia longitudinale scura, più o meno evidente, il ventre è bianco argenteo. Le pinne sono colorate di rosso-arancio, con toni più accesi nel periodo riproduttivo.
Riproduzione e accrescimento:
la riproduzione ha luogo in primavera, tra aprile e giugno. Durante questo periodo i maschi presentano sul capo e sul tronco dei tubercoli nuziali molto evidenti. Le uova misurano circa 1 mm di diametro e, in condizioni normali di temperatura, la schiusa avviene pochi giorni dopo la deposizione. L'accrescimento è in genere abbastanza rapido, ma fortemente influenzato dalle condizioni ambientali. Raggiunge una lunghezza massima di 15-20 cm ed un peso di solito non superiore a 150 gr.
Alimentazione:
la Rovella è specie onnivora: si nutre di vegetali, insetti (soprattutto larve), anellidi e piccoli crostacei.
Habitat:
vive sia nelle acque stagnanti che in quelle correnti , preferendo in quest'ultime i tratti a velocità moderata (zona a Barbo, zona a Ciprinidi), con rive sabbiose o pietrose e ricche di vegetazione; è quindi possibile trovarla sia nei laghi che nei fiumi.
Comportamento:
è specie prevalentemente gregaria e vive in branchi anche numerosi.
Distribuzione:
la Rovella è stata per lungo tempo confusa con una specie molto simile, il Triotto, che si distingue per l'occhio rossastro anziché giallo, la fascia bruna sui fianchi più marcata e le pinne di colore meno acceso. Ha una distribuzione comprendente l'Italia centro-meridionale, mentre il Triotto è indigeno delle regioni settentrionali.

Copyright © 2004 - 2018 · FIPSAS LODI · all rights reserved.
Torna ai contenuti