Siluro - FipsasLodi

Associazione dei Pescatori Sportivi e Subacquei Lodigiani
Sezione Provinciale Convenzionata F.I.P.S.A.S. - Milano/Lodi
Piazzale degli Sport, 1 - Lodi - Tel.02 2046863
Orari di Segreteria: da Lunedì a Giovedì - 9 * 12,30 - 13,30 * 17 - Venerdì - Sabato e Festivi chiuso
Vai ai contenuti

Siluro

Abitanti acque > Pesci Alloctoni

Specie ittica: Alloctona
Classe: Osteitti
Ordine: Siluriformi
Famiglia: Siluridae
Nome scientifico: Silurus glanis
Nome italiano: Siluro

Morfologia:
testa larga e piatta; bocca larga; la mascella superiore è munita di due lunghi barbigli, quella inferiore è munita di 4 barbigli corti; corpo privo di scaglie; pinna dorsale piccola e posta in posizione anteriore; pinna anale assai lunga; colorazione bruno nera sul dorso, marmorizzata sui fianchi, bianca sul ventre.
Riproduzione e accrescimento:
per la deposizione necessita di una temperatura di almeno 20 °C, la presenza di ricca vegetazione e la costruzione, da parte del maschio, di un nido di detrito vegetale; le uova (3 mm) sono custodite dal maschio per 3 giorni fino alla schiusa. Le larve, alla schiusa, misurano 7 mm e, pur essendo dotate di sacco vitellino, sono già in grado di alimentarsi; ad un mese di età la lunghezza è di 3-4 cm, ad un anno la lunghezza è di circa 20cm. a 4 anni circa 50 cm e 2 kg; a 10 anni 100 cm e 10 kg; le dimensioni massime 3-4 m e 200 kg
Alimentazione:
è avido cacciatore di pesce e, occasionalmente, topi ed anatroccoli.
Habitat:
acque lacustri e fluviali a corso lento; durante il giorno trova rifugio in buche o nel fango; di notte diviene attivo nella ricerca di cibo; trascorre l'inverno in condizioni di letargia.
Comportamento:
L'attività del siluro si esplica preferibilmente dopo il tramonto e nelle ore notturne, allorché il siluro risale raggiungendo anche in acque poco profonde e persino presso la superficie, nuotando lentamente per dare la caccia ad animali d'ogni tipo vivi e anche morti, sia acquatici che terrestri. E' quindi predatore molto vorace e perciò assai nocivo per gli altri pesci, in grado di sovvertire l'equilibrio ittico-biologico dei luoghi in cui abita. In età giovanile ha abitudini gregarie e si riunisce in gruppi numerosi. I grossi esemplari conducono vita isolata. Nei mesi invernali il siluro sprofonda nei recessi fangosi in uno stato semiletargico.
Distribuzione:
recentemente introdotto dall'Est Europa in alcuni stagni dell'Emilia e nel Po; alcuni esemplari sono stati pescati nel Ticino, nel Lago Maggiore, Lugano e Garda.

Copyright © 2004 - 2018 · FIPSAS LODI · all rights reserved.
Torna ai contenuti